Il-Calendario.it
Il-Calendario.it - Annuale e Mensile
vedi anche: Come creare calendari personalizzati con le tue foto

Domenica 16 Giugno 2019

Tutte le informazioni sul giorno Domenica 16 Giugno 2019: alba e tramonto, segno zodiacale, cosa accadde in questo giorno.

SS. TrinitĂ 

S. Aureliano, Giuditta, Ferruccio

« torna al Calendario Giugno
« torna al Calendario 2019

Siamo in Primavera!

Segno zodiacale:

Gemelli dal 21/5 al 21/6

Accadde il 16 Giugno

16/6/2000
a Roma parte l'hackmeeting 2000. È incontro annuale italiano sul tema delle nuove tecnologie. Vi prendono parte appassionati di informatica, in particolar modo attivisti delle libertĂ  digitali.



16/6/2006
Viene arrestato, su ordine della procura di Potenza, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, alla prostituzione e al falso, Vittorio Emanuele di Savoia (primogenito maschio dell'ultimo Re d'Italia Umberto II di Savoia). Aveva già avuto negli anni '70 precedenti giudiziari. In praticolare in tale frangente, il 16 giugno 2006 il GIP Alberto Iannuzzi del Tribunale di Potenza, su richiesta del PM Henry John Woodcock, ne ha ordinato l'arresto con le accuse di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e al falso, e associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione nell'ambito di un'indagine legata al casinò di Campione d'Italia. Il 23 giugno 2006, in seguito ad una parziale ammissione dei fatti che gli sono stati addebitati, per decisione del GIP di Potenza, è stato messo agli arresti domiciliari a Roma, in una casa del quartiere Parioli di proprietà della famiglia Fabbri, dove si trasferì con la moglie Marina Doria. Il Tribunale del Riesame di Potenza, in data 20 luglio 2006, gli ha revocato gli arresti domiciliari, imponendogli il solo divieto di espatrio. Al suo rilascio, dichiarò alla stampa: Se uno è in cerca della giustizia, alla fine la trova. La vita, a volte, è davvero molto strana: ho atteso cinquantasei anni per rientrare in Italia, e ora non la posso più lasciare. A soli otto giorni dalla propria liberazione, il 28 luglio 2006, in una telefonata ad un conoscente, Vittorio Emanuele dichiarò: Questi giudici sono dei poveretti, degli invidiosi, degli stronzi. Pensa a quei coglioni che ci stanno ascoltando: sono dei morti di fame, non hanno un soldo. Devono stare tutto il giorno ad ascoltare, mentre probabilmente la moglie gli fa le corna. Circa la questione delle intercettazioni telefoniche, agli inviati del Tg satirico Striscia la Notizia che gli hanno consegnato il famoso premio del Tapiro d'Oro, ha affermato: Le intercettazioni sa come le fanno? Si prendono le paroline e poi le si appiccica. Il 28 settembre 2006, circa le vicende di Campione d'Italia e le intercettazioni telefoniche, dichiarò: Tutto ciò è un sistematico attacco ai danni di Casa Savoia. Nel modo subdolo dei poteri occulti. Sono rimasto in silenzio per molte settimane, su consiglio dei miei avvocati, ma ora è il momento di parlare, per fare emergere la verità. Stiamo vedendo ogni giorno che cosa accade nel mio Paese, e cioè intercettazioni telefoniche, fughe di notizie, voglia di protagonismo da parte di alcuni personaggi. Lo scorso inverno, Casa Savoia aveva indici di gradimento molto alti, e in quel momento è partito questo sistematico attacco per far sprofondare la nostra immagine. Non so se ci sia un disegno unico dietro a quanto mi è accaduto, ma io intendo parlarvi di Giustizia, e della mia fiducia nei suoi riguardi. Il 13 marzo 2007 la Procura della Repubblica di Como, sulla scorta del riesame integrale di tutte le intercettazioni, ha chiesto l'archiviazione delle due inchieste aperte nei confronti di Vittorio Emanuele di Savoia a Potenza e trasferite a Como, e che coinvolgevano anche l'ex sindaco di Campione d'Italia Roberto Salmoiraghi, l'imprenditore Ugo Bonazza, Giuseppe Rizzani e la signora Vesna Tosic: il 27 marzo il GIP del tribunale di Como ha accolto l'istanza di archiviazione. Anche la procura di Roma si è orientata in tal senso perché i fatti non sussistono. Il 25 giugno 2007 Vittorio Emanuele è stato denunciato dal cugino Amedeo di Savoia-Aosta per via delle affermazioni ingiuriose contenute nell'intervista che Vittorio Emanuele stesso aveva rilasciato, pochi giorni prima, al quotidiano La Repubblica e al mensile Point de Vue. Il 3 luglio 2008 il PM Henry John Woodcock ha chiesto il rinvio a giudizio per Vittorio Emanuele di Savoia con il reato di - associazione a delinquere finalizzata alla corruzione ed al falso contro la pubblica amministrazione, la fede pubblica ed il patrimonio -. Nello specifico, Woodcock contesta a Vittorio Emanuele di aver - promosso e organizzato una holding del malaffare specializzata in corruzioni di vario tipo, specie nel settore del gioco d'azzardo -: lui ed un'altra dozzina di indagati sarebbero coinvolti in un giro di tangenti per ottenere dai monopoli di stato certificati per l'installazione delle cosiddette - macchinette mangiasoldi -, attività che avrebbe anche favorito il riciclaggio di denaro sporco tramite - relazioni con casinò autorizzati, ed, in particolare, con il casinò di Campione d'Italia. Il 23 settembre 2009 il gup di Potenza Luigi Barrella ha rinviato a giudizio, per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione di pubblici funzionari, Vittorio Emanuele di Savoia su richiesta dell'ex pm di Potenza, Henry John Woodcock. Il rinvio a giudizio di Vittorio Emanuele era stato chiesto da Woodcock nell'ambito dell'inchiesta cosiddetta Savoiagate. Il 22 settembre 2010, in relazione alla vicenda di Campione d'Italia, il gup del tribunale di Roma, Marina Finiti, al termine del giudizio con rito abbreviato, ha scagionato da ogni accusa Vittorio Emanuele di Savoia e altre cinque persone coinvolte nel filone di indagine Savoiagate con la formula assolti perché il fatto non sussiste... :-)



fonti: it.Wikipedia.org e quelle espressamente citate;
le informazioni qui riportate la cui fonte è it.Wikipedia.org, sono presenti nell'indice Eventi dei giorni del Calendario Gregoriano consultabili a partire dall'url https://it.wikipedia.org/wiki/Calendario_gregoriano; tali informazioni sono state pubblicate su questo sito in data maggio 2013

© Copyright 2019 Il-Calendario.it/Il-Calendario.com - Tutti i diritti riservati